L’Università della Terza Età   (U.T.E.) di Gorizia nasce nel 1986 per volontà di un gruppo di cittadini illuminati, ed ha sede, oggi come allora, in via Baiamonti 22 presso il Centro Sociale Polivalente, struttura di proprietà comunale.

 L’Associazione, come recita l’art. 4 del nuovo Statuto approvato in data 3 settembre 2014, anche per adeguare le norme in esso contenute agli elementi essenziali di cui alla legge n. 383/2000 sulle Associazioni di Promozione Sociale, non persegue fini di lucro ed ha lo scopo di:

a)      promuovere e sviluppare interessi culturali fra le persone che hanno superato una determinata età, col mantenere viva la loro attività mentale e spirituale e con renderle partecipi ed interessate allo sviluppo della società nelle sue varie espressioni;

b)      sviluppare ed eventualmente completare il patrimonio di conoscenze e di esperienze acquisite dalle singole persone nella loro attività;

c)      favorire la partecipazione degli associati alle varie iniziative realizzate, purché attuate ai fini istituzionali.

       Le finalità indicate si raggiungono principalmente per mezzo dell’istituzione di corsi di studio per singole materie, da tenersi da persone particolarmente esperte nelle stesse e da docenti nelle scuole di grado universitario o medio.

             Il sodalizio è retto da un Presidente e da un Consiglio Direttivo con durata in carica triennale, dal Collegio di Revisori dei Conti, e dal Collegio dei Probiviri.

            L’attività viene svolta principalmente con l’organizzazione di corsi didattici il cui numero varia in ogni anno accademico ( a.a. 2014-2015, ad esempio, i corsi raggiungono il numero di 102). Le materie trattate comprendono:

 l’ambiente, l'architettura, l’arte, il diritto, la geografia, l’informatica, i laboratori d’arte creativa, la letteratura, le lingue, la medicina, la musica, la religione, la scienza della comunicazione, le scienze naturali, le scienze umane, la storia, la storia e cultura locale, l’urbanistica.

             L’anno accademico inizia, di norma, nella seconda metà del mese di ottobre e termina nella prima metà del successivo mese di maggio. Oltre ai corsi di cui sopra, vengono organizzati annualmente viaggi di studio in Italia e all’estero.

               

 

SALUTO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

         

Siamo già felicemente arrivati al traguardo del 34° anno di attività. Come al solito, su questo Libretto che sarà consegnato a tutti all’atto dell’iscrizione come soci annuali, troverete indicati nel dettaglio tutti i corsi (anche se potrebbe accadere che in corso d’anno intervenga qualche mutamento).

Già scorrendone velocemente le pagine, risulterà evidente la fedeltà alla tradizione iniziata nel lontano 1986-87. Quell’anno i corsi programmati furono 7 e altrettanti i docenti impegnati; quest’anno abbiamo raggiunto i cento e oltre  e sono stati coinvolti moltissimi cultori ed esperti delle più diverse discipline. Ma quel che più conta è stata la persistente ispirazione alle idee-guida fissate dai nostri benemeriti soci fondatori: in special modo al principio di favorire in modo piacevole la socializzazione, che si evolve in vera amicizia sul fondamento della compartecipazione ad attività intellettuali stimolanti, siano esse ispirate a tematiche puramente teoriche ovvero all’acquisizione o perfezionamento di abilità tecnico-pratiche o artistiche; recuperando nozioni magari già a suo tempo acquisite ma forse in parte dimenticate, oppure acquisendone di nuove e più attuali e ampliando costantemente gli orizzonti di conoscenza. Indipendentemente dall’età, siamo tutti sempre curiosi di apprendere, e ciò diventa tanto più interessante e piacevole con l’aiuto di docenti veramente esperti.

Fedeltà alla tradizione, dunque, anche e soprattutto nel proposito di continuare a garantire, in tutti i nostri corsi, una divulgazione culturale di livello medio-alto; ma pure qualche significativa innovazione e attualizzazione: basti citare il significativo ampliamento dell’offerta didattica nel settore delle scienze e della tecnologia e più in generale l’apertura a sempre nuovi territori della ricerca e della conoscenza: il diritto tributario e costituzionale, l’economia, l’attualità socio-politica e politico-culturale su scala internazionale; ma nello stesso tempo senza dimenticare nuovi e significativi excursus nella storia e cultura territoriale e locale.

Chiudiamo queste poche righe con l’augurio di ritrovarci sempre più numerosi nella nostra bella sede, per trascorrervi, serenamente impegnati, il nostro tempo libero.

Buon anno accademico a tutti!

        IL CONSIGLIO DIRETTIVO

 

 

CONSIGLIO DIRETTIVO 2018 - 2021

 

Maria Marsich Mancini     Presidente

Armando Tagliani              Vicepresidente

Emiliana Di Dato Valenti  Tesoriera

Francesca Battisti             Segretaria        

Loredana Brumatti            Consigliere      

Troso Nevia                        Consigliere          

Livia Zocchi                        Consigliere        

Roberto Manià                   Consigliere

             

Collegio dei revisori dei conti

Vittorio Gradenigo          Presidente

Paolo Geotti

Manlio Miniussi

                                

Collegio dei Probiviri

Mario Ascari                  Presidente

Loredana Ferencich

Guido Sedran

 

Biblioteca

Maria Marsich Mancini

 

NOTA STORICA

L’Università della Terza Età di Gorizia inizia ad operare nel 1986.

Il contesto, l’humus del progetto nascono dal felice connubio tra il mondo del Comune e quello della Scuola: il primo “prestò” alla nascente istituzione la propria assistente sociale, signora Lidia Devetak, che profuse per anni le sue doti organizzative ed il suo entusiasmo, garantendo quel cordone ombelicale tra Università della Terza Età e Comune, che è tuttora uno dei fattori del successo dell’iniziativa; dal canto suo la Scuola fornisce, nella persona della professoressa Nella Cattaruzza Piemonti, docente di filosofia e preside, la prima Presidente, che darà una fondamentale base di pedagogia di vita e di elevata spiritualità di valori.

L’atto formale e ufficiale di costituzione porta la data del 30 novembre 1987, giorno in cui – presso lo studio del notaio dottor Renato Tavella in Gorizia – viene depositato al n° di Rep. 46531, Fasc. 3016, l’Atto Costitutivo e il collegato Statuto.

Sia le finalità istituzionali che la forma giuridica ed amministrativa vennero determinate con felice intuizione dei Soci Fondatori – che ricordiamo sempre con stima e riconoscenza – con modalità tali da dimostrarsi, nel tempo, sempre valide e funzionali.

La base fondamentale del volontariato, la disponibilità dei docenti, la funzionalità della sede sociale (ormai per quasi un quarto di secolo!), il supporto e la simpatia degli Enti Pubblici hanno consentito la continuità e l’efficienza dell’attività, in un clima di civile ed armonica frequenza dei corsisti.

La sede sociale è stata da sempre – ed è tuttora – presso il Centro Sociale Polivalente di via Baiamonti 22.

L’Università della Terza Età di Gorizia dal 1988 aderisce alla FEDERUNI -  Federazione Italiana tra le Università della Terza Età - con sede a Vicenza, il cui Congresso Nazionale del 1996 è stato organizzato a Gorizia.

In data 3 settembre 2014, presso lo studio notarile Arcidiacono in Gorizia, è stata siglata la modifica dello Statuto originario: il nuovo testo è integralmente riportato oltre che qui di seguito anche in appendice al  Libretto-Programma.

 

Soci fondatori

(anno 1986)

 Nella Cattaruzza Piemonti

Maria Ceschia Chiozza

Angelo Conti

Bruno Culiat

Lidia Devetak

Bianca Di Luciano

Bruna Franzotti Prandi

Livia Glessi

Egone Lodatti

 Presidenti nel tempo

1986-1988                  Nella Cattaruzza Piemonti

1988-1996                  Egone Lodatti

1996-1997                  Maria Ceschia Chiozza

1998-2002                  Franco Gallarotti

2002- 2018                  Mario Ascari